Una stanza tutta per sé

The London diary & other adventures

Oh well!

road-collection-4-1202336

So it happened again, and there was nothing I could do to avoid it.
It must have been months since the last time I had a panic attack like the one I experienced last week.
Months during which I have lived my life and worked relentlessly, without taking a moment to look at myself and check if everything was alright.

I came to the realisation, eventually, that I needed to take some time off and to sort out a few last problems that I am carrying along and that I haven’t really been able to let go. Not yet.

So here we go, trying to get my life back and to finally find a balance, which is quite funny to be honest, considering that I always put 100% of my energy in everything I do until I burn out and I need to unplug completely.
But no one can really burn out trying to find a balance… or at least I hope so!

After a brief escape back in Italy to sort out a couple of issues I came to the conclusion that what I need right now is to spend some time alone and to start to listen to myself. For real.

So what does the majority of the people do when they need to find themselves?
A pilgrimage to India!
OK no, that would have been a bit to extreme for me, but I eventually opted for a long trip to the U.S. of A. Yeah baby, 18 days around the East Coast of the United Stated, most of which I will spend by myself.

I am surprisingly calm, considering that the past few weeks have been an emotional rollercoaster, for so many reasons. But I am ready for this adventure and to spend some time with the most important person of my life, me.
Ready to spend the days really doing just what I feel like doing, without any pressure or impediment.

Have you ever travelled by yourself?
How did it feel? Where did you go?
I’m reaching out for all the solo travellers out there! Lovely people, share your story with me and follow mine here on the blog.

The best has yet to come 😉

Italian Version

Così è accaduto di nuovo, e non c’era niente che potessi fare per evitarlo.
Dovevano essere passati mesi dall’ultima volta che ho avuto un attacco di panico come quello che ho vissuto la scorsa settimana.
Mesi durante i quali ho vissuto la mia vita e ho lavorato in modo implacabile, senza prendere un momento per guardarmi e verificare se tutto andasse bene.

Sono arrivata alla realizzazione, finalmente, che ho decisamente bisogno di prendermi del tempo e di risolvere alcuni ultimi problemi che mi sto trascinando e che non sono stata davvero in grado di lasciar andare. Non ancora.

Quindi ci provo a riprendermi la mia vita in mano e finalmente trovare un equilibrio, che è abbastanza comico ad essere onesti, considerando che metto sempre il 100% della mia energia in tutto quello che faccio finché non svalvolo e devo scollegare in cervello completamente .
Ma nessuno può veramente esaurirsi cercando di trovare un equilibrio … o almeno lo spero!

Dopo una breve fuga in Italia per risolvere un paio di situazioni, sono giunta alla conclusione che quello che ho bisogno di ora è di passare un po ‘di tempo da sola e di iniziare ad ascoltarmi.
Sul serio.

Allora cosa fa la maggioranza delle persone quando hanno bisogno di trovarsi?
Un pellegrinaggio in India!
OK no, sarebbe stato un po’ estremo per me, quindi alla fine ho optato per un lungo viaggio negli Stati Uniti d’Ammmerica. Yeah baby, 18 giorni gironzolando sulla costa orientale degli United States, la maggior dei quali passerò da sola .

Sono sorprendentemente calma, considerando che le ultime settimane sono state un rollercoaster emozionale, per tante ragioni. Ma sono pronta per questa avventura e per trascorrere del tempo con la persona più importante della mia vita, me stessa.
Pronta a trascorrere le giornate realmente facendo proprio quello che mi va di fare, senza alcuna pressione o impedimento.

Avete mai viaggiato da soli?
Come si siete sentiti? Dove siete andati?
A tutti voi viaggiatori solitari là fuori! Carissimi, condividete la vostra storia con me e seguite la mia qui sul blog.

Il meglio deve ancora venire 😉

Advertisements

2 comments on “Oh well!

  1. Lauryn
    2 August 2017

    viaggiare da sola è una cosa che ho sempre temuto, anche per gli attacchi di panico. ora, con bimba al seguito, tante cose cui pensare e un marito che soffre anche lui durante i viaggi…beh sogno un bel viaggetto da sola, lo ammetto. penso sia molto personale, se tu ne senti il bisogno starai benone. aspetto il racconto 🙂

    • Federica
      7 August 2017

      Una delle cose che mi infastidisce di piu’ degli attacchi di panico e’ stato proprio il fatto che non mi sono sentita piu’ libera di muovermi come facevo in passato. Non ho mai avuto problemi a viaggiare da sola, anche se ammetto di aver fatto solo viaggi brevi. Ho deciso di buttarmi in questa avventura per abituare nuovamente la mia mente a questo tipo di avventure, dato che ora sto decisamente meglio rispetto a qualche anno fa; ogni tanto mi capita ancora di avere dei momenti bui ma riesco a reagire, cosa che fino a qualche tempo fa mi era impensabile. Al momento sto affrontando la preparazione al viaggio in maniera molto serena, non vedo l’ora di partire e raccontarvi tutto!! 🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

Information

This entry was posted on 1 August 2017 by and tagged , , , , , , , , .

%d bloggers like this: