Una stanza tutta per sé

The London diary & other adventures

Buoni propositi per il nuovo anno

Da qualche giorno a questa parte mi sveglio costantemente con la stessa sensazione, chiara e limpida, di non star impiegando il mio tempo in maniera costruttiva. O almeno non completamente.
Partendo dal presupposto che ho sempre l’impressione di poter dare di più, di potermi impegnare più a fondo, l’essere perfezionista fa parte di me, I can’t help it.
Allora mi son decisa a stendere una bella lista di propositi per sfruttare il mio tempo pienamente, sopratutto senza stare ad aspettare il 1° gennaio, perché dai, siamo onesti, i buoni propositi per il nuovo anno si dovrebbero poter fare in qualsiasi momento, senza aspettare dicembre e sentirsi quasi in dovere di dare una svolta, o quanto meno una direzione, alla propria vita.


Sopratutto perché questi propositi potrebbero (anzi, dovrebbero) cambiare durante l’anno, seguendo la crescita personale di ognuno di noi.
Quindi ho deciso di andare sul semplice, una lista chiara e precisa di ciò che esigo da me stessa nei prossimi mesi, diciamo almeno tre.

  1. Svegliarmi tutte le mattine ad un orario decente, leggermente variabile in base ai giorni della settimana. Non so voi, ma la mattina sono molto più produttiva, la mia mente lavora meglio, riesco a godermi più ore di luce e ho la possibilità di organizzare meglio la mia giornata. Last but not least, evito di uscire la sera prima e fare le 3.00 in giro per locali tracannando birra.
  2. Leggere almeno un libro a settimana. Di qualsiasi genere e tipo, in questo caso specifico intendo un libro dall’inizio alla fine, non quelli che sono necessariamente obbligata a sfogliare per le ricerche dell’università. Se avete consigli a riguardo li attendo con ansia.
  3. Scoprire almeno un nuovo gruppo/cantante a settimana. Sono visceralmente dipendente dalla musica, ma spesso entro nel loop della “canzone-del-momento” che si ripete per settimane nel mio iPod finché non arrivo all’esaurimento. Questo punto implica il fatto che frequentare locali come il Blues Bar sarebbe l’ideale, ma metterebbe fortemente a rischio il punto 1. Ok, credo che rivedrò il punto 1.
  4. Vedere almeno 3 nuovi film a settimana. Ci sono miliardi di film che vorrei vedere, e mi ripeto in continuazione che dovrei farlo, ma immancabilmente finisco per passare le mie serate su Stumble Upon e affini, che per quanto possano essere interessanti a lungo andare cominciano a diventare controproducenti. Anche qui, come sopra, i consigli son bene accetti
  5. Uscire dal circolo “Facebook-Twitter-Stumble Upon” (vedi sopra). Apri una foto, che ti rimanda ad un link, che ti rimanda ad un blog, che ti rimanda ad un sito, che ti rimanda ad un’altra foto. Per quanto io ami i social media & Co. mi rendo conto che spesso mi perdo via su queste piattaforme, guardo l’orologio che che sono le 11.00, lo riguardo e sono le 13.00. Non va per niente bene.
  6. Fumare di meno. Ok, so che avrei dovuto scrivere “smettere” al posto di “di meno”, ma non credo di aver ancora raggiunto quel livello (stiamo lavorando per voi). Riuscire a farmi durare un pacchetto di sigarette tre giorni potrebbe essere comunque un fantastico inizio, sia per la mia salute che per il mio portafoglio.
  7. Imparare a cucinare un piatto nuovo a settimana, uscendo così dal circolo vizioso panino-pasta-insalata che sta diventando quasi un incubo. Mi piace cucinare, ma troppo spesso mi limito a saper fare ciò che già conosco senza spingermi oltre, lasciando lievitare la mia ignoranza culinaria, tipo tacchino all’ingrasso. Grazie al cielo ho amiche come Angelina in cucina che sicuramente mi sapranno consigliare ricette per disperate alle prime armi come la sottoscritta 😉
  8. Riflettere per mezz’ora ogni giorno. E quando dico riflettere intendo proprio quello: niente musica, niente libri, niente distrazioni, niente di niente. Io, me e me stessa seduta sul divano in contemplazione della vita. Pretty scary, but absolutely interesting.
  9. Scoprire almeno un luogo nuovo alla settimana. Londra è una città in continua evoluzione, locali, ristoranti, mostre, serate, negozi spuntano come funghi, quindi da sola o in compagnia bisogna andare in avanscoperta. Chi si ferma è perduto!
  10. Riuscire a mettere in pratica questa lista fantastica trovando il tempo di respirare, nel mentre. Eh.
Advertisements

2 comments on “Buoni propositi per il nuovo anno

  1. Simone Guerra
    24 October 2012

    Ottimi propositi. Forse scoprire almeno un gruppo nuovo alla settimana è un po’ tanto. Intanto te ne consiglio uno io: the “Soho”, ci canta una mia amica ed ha una voce bellissima.

    • Federica
      24 October 2012

      Eheh già, hai ragione, ma ci sto provando comunque 😀 li cerco subito!! Grazie 🙂

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: