Una stanza tutta per sé

The London diary & other adventures

Il (quasi) decalogo dell’ospite perfetto

Posso essere cattiva? Vi prego, fatemi essere cattiva almeno una volta.
Anzi no, più che cattiva direi realista, forse fin troppo schietta, ma mi sto rendendo conto che certe cose, per quanto possano sembrare ovvie, necessitano di essere puntualizzate.

Una delle eventualità da mettere in conto quando ci si trasferisce, che sia all’estero o in Italia, è il fatto che sicuramente, al cento per cento, amici e conoscenti vari verranno a trovarvi.
Ci sarà chi vorrà sostare per un week end, o ad esempio chi avrà bisogno di un appoggio per qualche giorno, subito dopo essersi trasferito.
Analisi di laboratorio hanno inoltre dimostrato che il numero di persone che frequenterà casa vostra aumenterà in maniera esponenziale se avrete dei coinquilini con tanti amici viaggiatori.
Casa mia negli ultimi due anni è stata una via di mezzo tra un Autogrill ed un porto di mare, con tutti i lati negativi e positivi che questo implica, ed è ultimamente che mi sono ritrovata a riflettere su quale sia il mio modo di vivere l’ospitalità, sia da ospite che da padrona di casa, e mi sono chiesta se esistano delle “regole” tacite a riguardo.
Ed è così che sono arrivata a questi cinque punti (da condire con un pizzico di ironia, ovviamente), che secondo me un buon ospite dovrebbe seguire.

1. Non lamentarti: per quanto l’alloggio sia spoglio, il divano scomodo, la strada sotto casa rumorosa, le persiane (se ci sono) facciano entrare luce, non farlo mai. Se non avessi il tetto sotto quale sei, probabilmente dovresti pagare per un ostello o peggio ancora non avresti un posto dove stare.
2. Non importi: sei in casa d’altri, persone che hanno le loro abitudini e ritmi. Se sei fumatore chiedi il permesso, se non lo sei non pretendere che gli altri non lo facciano, se sei vegetariano non tentare di cambiare le abitudini di tutta la casa perchè ne sei un fervido sostenitore, o ancora, se sei abituato a svegliarti alle 5.00 del mattino con la musica a palla, evita di farlo durante il tuo soggiorno se non vuoi incorrere in inutili discussioni. Insomma, vivi e lascia vivere: per quanto la tua presenza sia piacevole rimani comunque un ospite.
3. Ringrazia dell’ospitalità: se riesci porta un pensierino utile oppure offriti di fare una spesa per la casa. Se sei a corto di denaro, anche semplicemente comprare la carta igienica sarà un gesto apprezzato. Se poi sei alla canna del gas, puoi optare per un ringraziamento pratico, offrendoti di pulire il bagno (giusto per dare un’idea). Se proprio non riesci a fare niente di tutto questo per una questione di tempistiche, almeno un “Grazie!” è d’obbligo.
4. Non abusare: chi ti ospita ha una vita e per ospitarti sta rinunciando a degli spazi di casa sua e probabilmente anche a del tempo (mostrarti la città, aiutarti a trovare lavoro). Fino ad una settimana la cosa può funzionare bene ed essere un piacere per chi ti sta ospitando, ma se superi questi tempi potresti diventare un peso più che un ospite. Se ti dovesse succedere non dare per scontato che al padrone di casa vada bene, parlane con lui e decidete per un compromesso, come ad esempio contribuire alle spese di casa di acqua, luce e gas. Non adagiarti sugli allori semplicemente perchè sei ospite di un amico.
5. Rimani in contatto: non sparire come un ladro, facendo pensare al padrone di casa che il tuo interessamento per lui fosse solo finalizzato ad ottenere un paio di notti sul suo divano. Sarebbe veramente una pessima uscita di scena.

Ci tengo a sottolineare ulteriormente che questi punti nascono con ironia, nonostante abbiano un fondo di verità; quindi, se vi va, prendeteli un po’ come spunto di riflessione, ma non dimenticate di accompagnarli ad un sorriso 🙂

E per i padroni di casa una piccola nota : “Come tratterai gli ospiti in casa tua, sarai trattato in casa altrui!”.
O almeno, si spera.

Advertisements

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s

%d bloggers like this: